Riportiamo alcune indicazioni perché possiate ottenere i migliori risultati dal nostro lavoro.
Vi ricordiamo che è sempre importante allegare ai campioni una scheda di richiesta esami con tutti i vostri dati, quelli dell’animale e la storia clinica del vostro paziente (è possibile scaricare i moduli nella sezione "Richieste esami").
Inoltre, vi consigliamo di trasportare i campioni refrigerati con blu ice, soprattutto nel periodo estivo. Per alcune metodiche il consiglio diventa imperativo.
E’ sempre bene separare i campioni di siero e plasma.

Per qualsiasi dubbio siamo comunque e sempre a vostra disposizione.

DEFINIZIONI UTILI

SANGUE INTERO (plasma + porzione corpuscolata)
Per ottenere questo tipo di campione è necessario utilizzare provette con anticoagulante.

PLASMA (sangue intero - porzione corpuscolata)
Per ottenere questo tipo di campione è necessario utilizzare provette con anticoagulante che vanno poi centrifugate.

SIERO (plasma- fibrinogeno)
Si ottiene da sangue intero non trattato con anticoagulanti e lasciato a temperatura ambiente e poi centrifugato.
E possibile utilizzare provette contenenti attivatori della coagulazione per poter centrifugare immediatamente il campione prelevato.

STRISCIO DI SANGUE
Prelevare i campioni di sangue da porre in EDTA, depositare una goccia di sangue senza anticoagulante (direttamente dalla siringa) su di un vetrino portaoggetto, con un vetrino coprioggetto eseguire lo striscio tenendo un angolazione di 45°, far asciugare all’aria.

 

ESAMI


ACIDI BILIARI
Per la determinazione degli acidi biliari è necessario il siero. Il primo prelievo (pre-prandiale) va eseguito dopo almeno 12 ore di digiuno. Il secondo prelievo (post-prandiale) va eseguito dopo 2h dalla somministrazione di cibo ad alto contenuto di grassi (2 cucchiai da tavola per il cane, almeno uno per il gatto).

N.B.: per i cuccioli sono sufficienti 6 ore di digiuno.


ACTH PLASMATICO
Per la determinazione dell'ACTH plasmatico è necessario plasma (EDTA o Eparina).
Il prelievo va fatto preferibilmente tra le 8 e le 9 del mattino con siringa refrigerata. Il sangue deve essere trasferito in una provetta di plastica refrigerata e anche la centrifugazione va fatta a freddo. Il plasma separato deve essere congelato e se spedito va accompagnato da blu ice.


ALLERGIA PANNELLI IgE TEST
Per ogni pannello richiesto (ambientale, alimentare, stagionale) occorrono 400ul di siero.


ASPERGILLOSI
È possibile effettuare la titolazione anticorpale con il metodo della microagglutinazione inviando al laboratorio un campione di siero. I risultati vanno valutati con attenzione per ogni singolo paziente.


ATTIVITÀ PROTEOLITICA FECALE
È necessario raccogliere le feci per tre giorni consecutivi e congelarle in contenitori separati.


BAL
Sono compresi in questo test:
l'esame del sedimento, il citologico, il batteriologico compreso di antibiogramma ed il micologico.
Sono necessari:
- una parte di liquido di lavaggio in una provetta con EDTA
- una parte in provetta sterile senza anticoaugulante
- alcuni vetrini preparati per sedimentazione. Se non si ha a disposizione una citocentrifuga i vetrini possono essere strisciati.

N.B.: i vetrini non vanno colorati.


BARBITUREMIA
Il dosaggio si esegue su siero. I prelievi vanno fatti, la prima volta, a 3 ore e a 11 ore dopo la somministrazione del farmaco, successivamente il prelievo si effettua a 11 ore dalla somministrazione.


BATTERIOLOGICO
Per qualunque tipo di campione raccolto è fondamentale mantenere la sterilità, portare il materiale al laboratorio nel più breve tempo possibile ed utilizzare terreni di trasporto. Se ciò non fosse possibile contattare i nostri tecnici per avere indicazioni sulla migliore forma di conservazione.

- raccolte chiuse (essudati, lavaggi bronchiali, pus da fistole): effettuare il prelievo con siringa sterile, trasferire il materiale direttamente nella provetta sterile e sotto vuoto con ago diverso da quello usato per il prelievo. Inviare il prima possibile al laboratorio. Si consiglia di richiedere provette speciali per anaerobiosi al laboratorio.

- raccolte aperte (ferite, ustioni, ulcere): se è possibile utilizzare una siringa ; vanno seguite le indicazioni date per le raccolte chiuse, nel caso non sia possibile utilizzare una siringa usare sempre tamponi sterili con terreno di trasporto.

- emocoltura: prelevare con tecnica rigidamente asettica 1,5 ml di sangue da mettere subito nell’apposito contenitore da emocoltura. Consegnare immediatamente al laboratorio.

- urina: è preferibile prelevare il campione per cistocentesi ed utilizzare una provetta sterile per la raccolta. È importante comunque segnalare il tipo di prelievo effettuato.


N.B.: è importante ricordare che un'eventuale terapia antibiotica può pregiudicare l'esito dell'esame.


BROMIDEMIA
Per questo esame è necessario un campione di siero (almeno 1 ml).


CHLAMYDIA FELIS (nuova nomenclatura Chlamydophila)
Su un campione rappresentato da tampone congiuntivale posto in 0,5 ml di soluzione fisiologica sterile si può ricercare l'antigene con tecnica PCR. Può essere anche tentata la ricerca dei corpi inclusi con citologia su strisci congiuntivali.


CIMURRO
È possibile:
- effettuare la titolazione anticorpale con metodica EIA fornendo un campione di siero o plasma
- effettuare la ricerca dell'antigene con metodica IFA su liquor (sedimento), su cellule congiuntivali (raschiato previa accurata detersione della congiuntiva), su leucociti (striscio di sangue a fresco.)
- effettuare la ricerca dell'antigene con metodica PCR su sangue intero EDTA (almeno 2 ml), o su liquor.


CITOLOGICO
L'esame citologico viene normalmente eseguito su vetrini già allestiti che vengono portati al laboratorio. Per garantire una corretta lettura è consigliabile:
- preparare più vetrini, qualunque sia la tecnica usata
- fornire una scheda dettagliata relativa al caso clinico ed indicando la tecnica di prelievo usata
- evitare di avvicinare i vetrini ai vapori della formalina che rendono il citologico illeggibile.

N.B.: si consiglia di avvisare il proprietario in merito alla possibilità che il prelievo non sia diagnostico e che quindi possa essere necessario doverlo ripetere.


CORTISOLO: STIMOLAZIONE (cane, gatto)
Il test prevede:
- un primo prelievo per il dosaggio del cortisolo basale che va eseguito a digiuno,
- la somministrazione di ACTH sintetico (Synactenx) al dosaggio di 0,25 mg (cane) o 0,125 mg (gatto) I.M. o E.V. indipendentemente dal peso corporeo,
- un prelievo del secondo campione: nel cane dopo 1 ora dalla somministrazione dell’ACTH se eseguita E.V., dopo 2 ore se eseguita I.M., nel gatto a 30' e a 60'’ dalla somministrazione.


CORTISOLO: STIMOLAZIONE (cavallo)
Il test prevede:
- un primo prelievo di sangue EDTA al mattino alle ore 9 per il dosaggio del cortisolo basale,
- la somministrazione di 25 UI di corticotropina in vena
- un prelievo del secondo campione 2 ore dopo la somministrazione


CORTISOLO: CORTISOLO SOPPRESSIONE A BASSO DOSAGGIO DI DESAMETAZONE (cane, gatto)
Il test prevede:
- un primo prelievo per il dosaggio del cortisolo basale che va eseguito a digiuno preferibilmente tra le 8 e le 9 del mattino,
- la somministrazione di desametazone sodio fosfato al dosaggio di 0,01 mg/Kg E.V. oppure di desametazone 0,015 mg/Kg E.V. (cane).
- un prelievo del secondo campione dopo 4 ore
- un prelievo del terzo campione dopo 8 ore


CORTISOLO: CORTISOLO SOPPRESSIONE AD ALTO DOSAGGIO DI DESAMETAZONE (cane, gatto)
Il test prevede:
- un primo prelievo per il dosaggio del cortisolo basale che va eseguito a digiuno preferibilmente tra le 8 e le 9 del mattino,
- la somministrazione di desametazone sodio fosfato al dosaggio di 0,1 mg/Kg E.V. oppure di desametazone 0,15 mg/Kg E.V. (cane).
- un prelievo del secondo campione dopo 8 ore.


CORTISOLO SOPPRESSIONE CON DESAMETAZONE (cavallo)
Il test prevede:
- un primo prelievo di sangue EDTA tra le 16 e le 18 per il dosaggio del cortisolo basale,
- la somministrazione di desametazone al dosaggio di 40 ug/kg P.V. via I.M.
- un secondo prelievo tra le 8 e le 9 del mattino successivo (15 ore),
- un terzo prelievo tra le 10 e le 12 dello stesso giorno (19 ore). Questo prelievo non è sempre necessario.


CORTISOLO: RAPPORTO CORTISOLO / CREATININA URINARIA
Nel cane non è possibile eseguire come nell'uomo la raccolta nelle 24 ore, per cui si fornisce al laboratorio una quantità nota (almeno 3 ml) di urina che va conservata a 4°C fino all'esecuzione dell'analisi (max 4 gg). Raccogliere preferibilmente le prime urine del mattino.


CRYPTOCOCCUS
Mediante metodo CALAS è possibile individuare l'antigene partendo da un campione di siero o di LCR.


ELETTROFORESI URINARIA
Il campione di urina, che deve essere preferibilmente prelevato per cistocentesi, va consegnato rapidamente al laboratorio.


EMOCOLTURA (vai a batteriologico)


EMOCROMOCITOMETRICO
Si consiglia di inviare al laboratorio una provetta con sangue EDTA, facendo attenzione a rispettare il rapporto sangue/anticoagulante che deve essere almeno di 1:9.

È consigliabile preparare, al momento del prelievo, uno striscio di sangue.


EMOPARASSITI
Babesia, Haemobartonella o Mycoplasma haemofelis o hemominutum.
È preferibile preparare almeno 2 vetrini con lo striscio di sangue al momento del prelievo. Oltre a questo è sempre bene allegare una provetta di sangue EDTA. Per la ricerca dei Piroplasmi si consiglia di preparare due vetrini di sangue labiale.
È inoltre possibile effettuare per la Babesia equi una ricerca anticorpale con metodica FDC (inviare al laboratorio sangue EDTA, siero, vetrini con striscio labiale) e per la Babesia caballi una ricerca antigenica e anticorpale con metodica IFA (inviare al laboratorio sangue EDTA, siero, vetrini con striscio labiale).


ERLICHIA canis
Con un campione di siero è possibile effettuare:
- la titolazione anticorpale con metodica EIA su siero o plasma
- l'identificazione antigenica con metodica IFA su siero o plasma
- l'identificazine dell'antigene con metodica PCR fornendo un campione di sangue intero EDTA.

NB: il laboratorio è in grado di determinare su siero o plasma, con metodica IFA, gli anticorpi verso Erlichia ristici. Inoltre mediante metodica PCR si può ricercare l'antigene relativo al genere Erlichia (spp.). Questa ricerca si può eseguire su: sangue EDTA, sinovia EDTA, LCR, aspirato splenico che va posto in 0,5 ml di soluzione fisiologica sterile.


FECI COMPLETO
Necessita di una modica quantità di feci che va conservata a 4°C. È molto importante ricordare al proprietario che il soggetto non deve essere alimentato con carne per 3 gg.


FIBRINOGENO (vai a coagulazione)


FECI SANGUE OCCULTO
Per l'esecuzione di questo test è importante fornire all'animale una dieta priva di carne per i 3 gg che precedono la raccolta del campione di feci.


FILARIOSI CANINA
È possibile eseguire i test ELISA o IC su siero, plasma o sangue intero per la ricerca dell'Ag di Dirofilaria immitis. Per la ricerca e la tipizzazione delle microfilarie con metodo Knott è necessario fornire sangue intero EDTA fresco.


FILARIOSI FELINA
Con metodica IC è possibile identificare l'Ag della D.immitis preparando un campione di siero o plasma o sangue intero.


FIP FcoV
Sono a disposizione:
- il test IC/ELISA per la determinazione della presenza di anticorpi. Il materiale necessario può essere siero, plasma, sangue intero o essudato,
- il test IFA con il quale è possibile titolare gli anticorpi oppure ricercare l'antigene. Nel primo caso serve un campione di siero, di plasma o di essudato. La ricerca dell'antigene si può eseguire su essudato o su vetrino allestito da ago aspirazione di linfonodo.
- il test PCR per l'identificazione dell'antigene su essudato, su feci, o sangue EDTA


FeLV
Per la ricerca dell’antigene è possibile eseguire:
- il test ELISA/IC su siero, plasma o sangue intero,
- il test IFA su sangue EDTA o su midollo EDTA, il campione deve arrivare al laboratorio entro 24h dal prelievo oppure si possono allestire a fresco dei vetrini con lo striscio di sangue,
- il test PCR su sangue EDTA o su midollo EDTA.


FIV
Per la ricerca degli anticorpi è possibile eseguire:
- il test ELISA/IC su siero, plasma o sangue intero.

Per la ricerca dell'antigene è possibile eseguire:
- il test PCR su sangue EDTA
- il test WB su sangue


GRUPPI SANGUIGNI CANE
È possibile tipizzare il gruppo DEA 1.1 mediante un test di agglutinazione fornendo al laboratorio un campione di sangue EDTA fresco.


GRUPPI SANGUIGNI GATTO
È possibile tipizzare i gruppi A, B, AB mediante un test di agglutinazione fornendo al laboratorio un campione di sangue EDTA fresco.


HERPESVIRUS CANINO
È possibile ricercare l'antigene con metodica IFA fornendo al laboratorio un vetrino con un raschiato congiuntivele o con metodica PCR da eseguirsi su tampone vaginale per la femmina o su tampone prepuziale per il maschio. È inoltre possibile eseguire la metodica PCR su campioni di fegato, polmone, milza di cuccioli deceduti. In questo caso è bene consegnare l'intero cucciolo al laboratorio congelato o fornire i campioni dei diversi organi in parte in soluzione fisiologica sterile ed in parte in formalina.


ISTOLOGICO
I prelievi vanno accompagnati da una scheda di richiesta esame completa. I dati clinici relativi al caso possono essere fondamentali per una corretta lettura. Il campione va inviato al laboratorio con formalina al 10% in un apposito contenitore chiuso ermeticamente. Se sono presenti all’interno del contenitore più parti è necessario distinguerle in modo chiaro.
Fornire materiale ed indicazioni sufficienti per la valutazione dei margini.


LEISHMANIA
Con un campione di siero o plasma è possibile eseguire la titolazione degli anticorpi con metodica IFA, con metodica PCR e fornendo un campione di: midollo EDTA, sangue EDTA, FNA linfonodo o FNA splenico è possibile identificare l'antigene.


LIQUOR
L'esame del liquor richiede velocità di esecuzione, è perciò importante consegnare il prima possibile il campione al laboratorio, avvisando anticipatamente. Si consiglia di portare il campione entro 1 h dal prelievo, refrigerando il campione i tempi si allungano fino a 4 h. Il liquor va posto in parte in provetta sterile con EDTA ed in parte in provetta sterile sotto vuoto. Meglio comunque dotarsi di sedimentatore e preparare direttamente i vetrini. Per l'esame completo sono necessari almeno 200ul di LCR.


LYME DISEASE
Per la ricerca antigenica è possibile eseguire il test IFA su siero, liquor, sinovia. Per la ricerca anticorpale è disponibile un test ELISA che si può eseguire su un campione di siero o plasma.


MICOLOGICO
Il materiale raccolto in modo sterile (peli, croste, ecc) deve essere posto in un contenitore sterile chiuso ermeticamente e consegnato al laboratorio.


MYCOBACTERIUM SPP.
È possibile ricercare l'antigene con metodica PCR su campioni di saliva, feci, versamenti o BAL.


NEOSPORA CANINUM
È possibile eseguire il test IFA per la titolazione anticorpale fornendo al laboratorio un campione di siero o di liquor. È inoltre possibile eseguire il test PCR su sangue EDTA o su liquor per la determinazione antigenica.


PARVOVIROSI CANINA
Sono disponibili presso il laboratorio i test IFA ed ELISA per la determinazione antigenica, da eseguire su di un campione di feci.


PARVOVIROSI
Mediante un test EIA è possibile determinare gli anticorpi su un campione di siero.


PROFILI BIOCHIMICI
Sono necessari: una provetta con sangue EDTA per effettuare l'esame emocromocitometrico e la formula leucocitaria (meglio se si allegano 1-2 vetrini di sangue già strisciati) ed una provetta da siero (almeno 300 ul per il profilo base e 500 ul per il completo) per l'esecuzione dei parametri biochimici.


RICKETTSIA CONORII
Mediante una metodica IFA è possibile effettuare una titolazione anticorpale fornendo al laboratorio un campione di siero.


RICKETTSIA RICKETTSII
Mediante una metodica IFA è possibile effettuare una titolazione anticorpale fornendo al laboratorio un campione di siero.


SINOVIA
L'esame completo del liquido sinoviale richiede un campione posto in provetta con EDTA. È consigliato fornire anche due vetrini del materiale prelevato, strisciati a fresco.


TEST DI STIMOLAZIONE CON TSH
Il test prevede:
- un primo prelievo per il dosaggio del T4 basale,
- la somministrazione del TSH bovino (0,1 U/Kg per un max di 4 U),
- un secondo prelievo dopo 6 ore dalla somministrazione del TSH bovino


TLI, FOLATI, B12
Per l'esecuzione di questo esame è necessario  siero in quantità elevata (almeno 1ml). Inoltre va conservato in frigorifero al riparo dalla luce avvolgendo la provetta con carta stagnola.


TOXOPLASMA GONDII
È possibile effettuare la titolazione anticorpale su di un campione di siero, mediante metodica IFA. È inoltre possibile ricercare l'antigene con metodica PCR su sangue EDTA, feci, liquor.


URINE
È preferibile prelevare il campione per cistocentesi ed utilizzare una provetta sterile per la raccolta.
È importante comunque segnalare il tipo di prelievo effettuato.


VERSAMENTO
L'esame completo del versamento richiede un campione in EDTA da consegnare al più presto al laboratorio. È consigliabile fornire anche due vetrini del materiale strisciato a fresco.